Dieta Scarsdale

Dieta ScarsdaleLa Dieta di Scarsdale fu proposta dal Dottor Scarsdale, cardiologo americano, che durante la guerra del Vietnam osservò che i prigioneri sottomessi ad una dieta restrittiva stavano meglio a livello cardiovascolare dei soldati ben alimentati.

 

Il Dott. Scardale arrivò allora alla conclusione che l’iponutrizione favorisce la salute e fa dimagrire. La sua dieta permette di dimagrire un chilo al giorno e fino a 10 chili in due settimane, sempre e quando si segua correttamente la dieta, anche se è importante non realizzarla per più di due settimane.

 

Funzionamento della dieta Scarsdale

Propone di prendere più proteine, meno zuccheri e meno grassi in modo che il corpo debba utilizzare le proprie riserve.

 

Menu della Dieta Scarsdale

Per il funzionamento di questa dieta il Dott. Scarsdale indica:

 

  • Non bere alcool; le uniche bevande permesse sono acqua, caffè e thè (senza latte né zucchero). Si può bere quanto si vuole
  • Tra un pasto e l’altro mangiare solo sedano o carota
  • Condire tutte le insalate solo con limone e aceto, non usare né olio né maionese né nessun altro condimento
  • Preparare le verdure senza olio né altri grassi (burro, grasso)
  • Le carni devono essere molto magre e preparate senza grassi né olii.

 

Colazione
Caffè o thè senza latte né zucchero, un pane tostato e frutta (mezzo pompelmo, un’arancia o una mela)

 

Pranzo

  • Carne bollita (pollo, vitello, tacchino) accompagnata da pomodoro o insalata di tonno (al naturale senz’olio) con insalata di lattuga o scarola e pomodori condita con aceto
  • Per il dessert, frutta o formaggio (preferibilmente mozzarella) con una fetta di pane

 

Cena

  • Pesce bollito o alla piastra con insalata mista; o hamburger alla piastra con verdura mista cotta o cruda (insalata, pomodoro, cavoli, cavolo di Bruxelles, cavolfiore,…); o due uova sode o strapazzate, con un po’ di sale, senza nessun’altro condimento
  • Frutta per il dessert

 

Inconvenienti della Dieta di Scarsdale

 

Questa dieta limita il consumo di carboidrati, quindi è inadeguata per persone che praticano molto sport. Inoltre, apporta solo tra 800 e 1200 calorie al giorno, questo può creare diversi disturbi alla salute, per esempio scompenso nelle persone diabetiche. Il basso apporto calorico si traduce in una riduzione di peso basato sulla perdità di massa muscolare e acqua, invece di grasso corporeo.

This entry was posted in dimagrire and tagged , , , . Bookmark the permalink.