Come aiutare a imparare a parlare ai bimbi

Da una parte introduce la possibilità di comunicarsi con molta più ricchezza e facilità che fino quel momento, da unaltra parte, prima di imparare a parlare, il piccolo poteva pensare soltanto al modo degli animali intelligenti, come i cani e i moni, le parole li serviranno per pensare a un modo specificamente umano.

I bimbi che non hanno goduto del suficiente contatto con la mamma o altri adulti affettuosi nei primi anni, sembrano meno intelligenti che quegli più fortunati, che hanno avuto i stimoli adeguati.

Linguaggio nei bambini

In genere, si tratta di bimbi a cui non hanno parlato lo suficiente e che per tanto hanno imparato poche parole, la sua carenza nel linguaggio li difficolta avere un rendimento intelligente. Avere un linguaggio ampio non è sufficiente per pensare bene, ma si è uno strumento necessario.

Tra le necessità basiche di un bimbo, assieme alle necessità di alimento e affetto, c’è la necessità di parole, essere parlato ed essere risposto. Ma per favorire lo sviluppo normale del bimbo, non è suficiente soltanto parlarle, è necesario farlo bene.

Balbettamento infantile

Il balbettamento con cui il piccolo dice le prime parole intennerisce, e molte volte i genitori, specialmente le mamme, non resistono la tentazione di rispondere imitandoli, ma questo comportamento, per affettuoso che sia, risulta dannoso, perche impedisce al bimbo imparare a pronunciare correttamente le parole per imitazione, come succederebbe in unaltro modo.

In questo modo il linguaggio si ferma, perche non può seguire la via verso ai genitori prendendoli come modello, perche sono loro chi anno invertito il percorso. Altre mamme invece si angosciano per la pronuncia carente dei suoi piccoli e li correggono costantemente.

Questa condotta neanche è raccomandabile, perche il bimbo tra i tre primi anni, impara progressivamente, servendosi dello strumento del’ apparato vocale, la cui gestione risulta difficile al inizio.

This entry was posted in donna. Bookmark the permalink.