¿Come fare che i nostri figli ci obbediscono?

I nostri nonni usarono una educazione collegata all’obbedienza basata nella paura. Anche se non possiamo crederci, per fine si scrivevano libri raccomandando ai genitori come sottometere ai figli alla propria volonta.

Quando guardiamo verso la generazione di genitori dei anni 70, si rendiamo conto che i danni sono arrivati anche a loro, con un alto índice di divorzi e una vita disordinata.

I genitori giovani degli anni 90 in avanti, si sono trovati al dovere uscire da casa per lavorare, questo gli ha portato nuove sfide; la sua propria mancanza a casa e il progresso della tecnología, obligandoli a riformare il suo modo di esercitare l’autorità.

¿Come ottenere cambi positivi nell’autorità?

È cruciale sapere come le storie dei nostri genitori anno influenzato la nostra vita, per riconoscere gli errori e potere risolveri prima di traspassarli “senza volere” ai nostri figli.

Cambiamo la nostra strategia di autorità, diventiamo più negoziatori, più sottili, più persuasivi e convincenti che prima. Educhiamo la libertà dei nostri figli.

¿Cosa significa avere autorità?

  • È una risponsabilità, perche quando il bimbo nasce non si può badare a sè stesso, qualcuno debe rispondere per lui.

  • È un diritto, perche al procrearli, abbiamo l’opportunita di educarli secondo il nostro criterio, perche abbiamo la patria potestà.

  • È un potere, perche al essere indifesi ci abisognano, e possiamo esercitare influenza su i suoi atti e pensamenti.

  • L’autorità en un fondamento della vocazione di servicio che un genitore è obbligato a prestare a suo figlio, dal momento della nascita fino che lo ha formato risponsabile, felice ed autónomo.

Consigli prattici riguardo l’obesdienza del bimbi

I bimbi non conozcano il tempo, per loro è impossibile capire che domani avranno il dolce che chiedono, perche per loro solo existe il presente. Tiriamo la sua attenzione con altre cose.

Quando li diciamo a un bimbo che già non lo vogliamo bene, lui pensa che è per sempre, e sofre molto, per la stessa raggione che non conosce di tempi. Dobbiamo mettere attenzione delle parole che usiamo.

Dobbiamo parlare in positvo, il suo subconscio ignora la parola “no”. Se li diciamo non correre, non urlare, otterremo pochi risultati, se li diciamo vai piano, parla adagio, capirà meglio. Dobbiamo abituarsi a usare un buon linguaggio e godere i risultati.

This entry was posted in donna. Bookmark the permalink.