Benefici dell’allattamento

Benefici dell’allattamentoVari studi documentano che i benefici dell’allattamento sono molti: il latte materno è il miglior alimento che una madre può offrire al suo bebè.

L’allattamento costituisce un’esperienza speciale che crea vincoli affettivi tra la madre e il bebè. Il latte materno contiene tutto ciò di cui il bebè ha bisogno nei primi mesi di vita fornendo i nutrienti necessari ad una crescita idonea con un minor sforzo digestivo.

Il latte materno protegge il bebè da molti disturbi e malattie quali catarro, bronchite, polmonite, diarrea, otite, meningite, infezioni urinarie, enterocolite necrotizzante o sindrome di morte infantile. Protegge inoltre dalle malattie future quali asma, allergia, obesità, malattie immunitarie come il diabete, il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, l’arteriosclerosi, l’infarto del miocardio in età adulta e favorisce lo sviluppo intellettivo.

Infine, recenti studi dimostrano che il latte materno potrebbe ridurre i problemi cardiovascolari nella vita adulta fino ad un 25%.

Benefici dell’allattamento al seno per la madre

I benefici dell’allattamento materno sono inoltre estesi alla madre stessa visto che le donne che allattano perdono il peso acquisito più rapidamente ed è più difficile che compaia l’anemia, mentre è minore il rischio di ipertensione e depressione post-parto. L’osteoporosi e il tumore alla mammella e alle ovaie sono meno frequenti tra le donne che allattano.

Per tutta questa serie di ragioni e in accordo all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e all’Accademia Americana di Pediatria (APP), il Comitato per l’Allattamento dell’Associazione spagnola di Pediatria raccomanda esclusivamente l’allattamento naturale nei primi 6 mesi di vita del bebè, continuando successivamente ad allattare in concomitanza alla somministrazione di alimenti complementari fino ai due anni ed oltre.

This entry was posted in salute and tagged , , , . Bookmark the permalink.