Cibo vegetariano, è sano per i bimbi?

Se sei un genitore vegetariano, probabilmente ai considerato mettere tuo figlio sotto la stessa dieta. Questo fatto è molto comprensibile già che consideri che è il miglior modo di alimentarsi. Da unaltra parte risparmierai tempo e faciliterai la pianificazione del mangiare.

Da unaltra parte, puoi non essere vegetariano e avere un figlio che attraversa un periodo vegetariano, in cui rifiutta la carne ma non la sostituisce per cibi abbastanza nutritivi per compensare il vuoto nutrizionale.

Qualunque sia il caso, vorrai sapere se una dieta vegetariana è una opzione sostenibile e sana per un bimbo. In più, possibilmente ai ascoltato che una dieta vegetariana può fermare la sua crescita.

Dieta vegetariana: si o no?

In qualunque caso, una dieta programmata male può causare carenze serie a corto e lungo periodo, specialmente per i bimbi, che ancora non hanno riserve di vitamine e minerali nel suo corpo.

Se hai indagato suficiente e sei in conoscenza delle carenze che può portare una dieta vegetariana, allora saprai che questo problema può essere attaccato con alcuna classe di pianificazione alimentaria.

Nello stesso modo, possibilmente sei in conoscenza che questa dieta può migliorare la salute di tuo figlio, limitando l’esposizione a prodotti che con frequenza sono trattati con ormone e conservanti.

Per iniziare tuo figlio a una dieta vegetariana devi assicurarti che il piano alimentario contenga una quantità adeguata dei seguienti elementi:

  • Proteine: preoccupati di che tuo figlio consuma sufficienti ptroteine da fonti addizionali come noci e soia.

  • Calcio: cerca che la dieta di tuo figlio sia ricca in calcio includendo gran quantità di fogli verdi.

  • Ferro: aumenta la proporzione di ferro nella dieta compresi fagioli, soia e cereali.

  • Zinco: arricchisci il piano alimentario aumentando la quantità di noci, burro di arachidi e funghi.

Se ti concentri in compensare tutte queste carenze comuni che hanno le diete di vegetali, vedrai che tuo figlio non prenderà nessun rischio.

This entry was posted in salute. Bookmark the permalink.