Disturbi circolatori alle gambe

Disturbi circolatori alle gambeMolti dei disturbi circolatori alle gambe sono spesso dovuti a una predisposizione genetica e si accentuano specialmente con l’arrivo dell’estate.

Le cause vanno ricercate nel sistema circolatorio venoso delle gambe che ha il compito di riportare il sangue verso il cuore.

La circolazione delle gambe dipende dal buon funzionamento delle valvole presenti all’interno delle vene. Quando queste valvole si ammalano tendono a dilatarsi allontanandosi tra di loro favorendo così il ristagno sanguigno con la conseguente apparizione delle vene varicose o degli edemi.

C’è de dire che la postura ha un ruolo importantissimo per un buon funzionamento dell’apparato circolatorio, infatti non è consigliato stare seduti per troppo tempo o rimanere in piedi tante ore; queste sono situazioni che favoriscono il ristagno dei liquidi nelle gambe.

Gonfiori alle gambe

Quando la circolazione non funziona come dovrebbe, le gambe manifesteranno fastidiosi sintomi come gonfiori, senso di pesantezza, formicolii, o sia, disturbi che in alcuni casi si accentuano fino a limitare la normale vita quotidiana e che potrebbero essere sintomi di patologie più gravi. Prevenire o attenuare questi sintomi è necessario per vivere bene.

Prima di tutto bisogna adottare uno stile di vita sano, con una regolare attività fisica e un regime alimentare ricco di liquidi, di frutta e di verdura.

Durante la giornata di lavoro è importante cambiare più volte posizione e sgranchirsi le gambe regolarmente facendo qualche passo ogni ora se si sta molto tempo seduti, o sedersi e massaggiarsi le gambe se si sta molto tempo in piedi.

Ma dato che in estate le gambe soffrono maggiormente, è in questo periodo che si devono prendere delle precauzioni supplementari come evitare lunghe esposizioni al sole, o facendo passeggiate all’ombra e sopratutto riposando lontano dal sole nelle ore più calde della giornata.

This entry was posted in salute and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.