La dieta e il sindrome dell’intestino irritabile

Sindrome dell'intestino irritabileIl sindrome dell’intestino irritabile è un disordine della funzione intestinale. In questo disturbo appariscono, dolore addominale, alterazioni della funzione intestinale con diarrea e costipazione alternamente, nausea, flatulenza, vomito.

I fattori che influiscono sulla motilità intestinale sono, tra altri, il mangiare, medicine, emozioni, stress, nervoso, ansia, depressione.

In relazione al trattamento dietético dobbiamo tenere in considerazione il momento per cui attraversa la malattia, per diminuire i sintomi e migliorare le condizioni generali.

Quando si troviamo nel periodo di diarrea accompagnata di dolori:

  • Suprimiamo i latticini e carne, si può consumare chiaro di uovo sodo per contribuire con le proteine.

  • Diminuiamo i grassi, soltanto usiamo piccole quantita di olio di mais.

  • Diminuiamo i carboidrati, soltanto consumiamo riso, farina di mais, sémola, crackers, pane tostato, paste bianche.

  • Aumentiamo il consumo di brodo magro colato, con sale, acqua e succhi di frutte.

  • Mangiamo gelatina diet

  • Frutte e verdure come mela pelata, cotta o grattugiata, banana mattura senza i fili e senza il centro, carota e zucca.

A misura che i sintoma diminuiscono, si agregano latticini senza lattosa, come formaggio magro, fresco, mozzarella, ricotta, yogurt diet, in piccole quantità secondo la toleranza.

Si inizia ad aggiungere, carni bianche; poi le rosse; verdure cotte; frutte cotte, pelate; poi crude pelate, e quando si normalizza l’intestino, crude con pelle, ben lavate, verdure di fogli verdi, noci, legumi e cereali integrali, per prevenire la costipazione.

In caso si essere nel periodo di costipazione:

  • Aumentare il consumo di frutte come agrumi, kiwi, prugne, non consumare, mela, banana ne mela cotogna, perche sono astringenti.

  • Consumare più cruzca di grano, verdure con fogli, barbabietola, legumi.

  • Aumentare il consumo di fibre.

  • Apportare piccole dosi di grassi come panna, olio, formaggio.

  • Scegliere laticini interi.

  • Bere molto lìcquido freddo come acqua, composta, gelatina, succhi.

Raccomandazioni generali

L’alimentazione, fuori i periodi citati, debe essere variata e frazionata , evitare che sia abbondante. Scegliere, latticini e carni magre, usare condimenti delicati e aromatici, diminuire il zucchero e il sale, bere molta acqua. Non bere soda, café, bibite con alcohol e non masticare gomma, ne fumare.

E molto beneficioso fare attivita fìsica ed esercizi di rilassamento per controllare lo stress, fare consulta con il dietologo che ci orienterà sul miglior modo di trattare il disturbo seccondo ogni caso particolare.

This entry was posted in salute and tagged , , , . Bookmark the permalink.