La frigidità

¿Cos’è la frigidità? Possiamo pensare su questo tema partendo da una difficoltà di origine físico, psicológico o incluso culturale e sociale.

Frigidità, termine cui significato e basato in concetti di freddo e freddezza, coinvolge o nasconde una mancanza o impossibilità che alla luce delle contribuzioni tanto sociali come scientificche dei ultimi decenni, puo essere inteso, no in base a una mancanza sino a una difficoltà.

Vogliamo presentare uno schema che reassuma a grandi linee le difficolta sessuali riferite solitamente per le donne che le soffrono, per potere circonscrivere il disturbo e non perdere tempo nel momento di prendere una decisione, per migliorare la nostra quialità di vita.

Esitono i seguenti disturbi:

  • I disordini di desiderio femminile, possono doversi a fobie e manifestarsi come rifiutto al incontro sessuale o come semplice indiferenza verso la sessualità. Il motivo è molte volte inconscio e legato a la mancanza di stima di sè della persona, fino a essere il risultato di veri traumi passati.

  • I disordini di eccitazione sessuale, si manifestano nella dificolta di avere una vita sessuale piena, per mancanza d’incentivo a livello intellettuale o d’immaginazione, e che si trasferisce immediatamente a livelli fisichi ed organici, per mecanismi di inibizione o depressione.

  • I disordini del orgasmo, sono la incapacitá totale di ottenere un orgasmo, cualsiasi sia l’intensita del desiderio che la donna senta.

  • La dispareunia, è il dolore che si presenta in tutta relazione sessuale, impedendo godere.

  • Il vaginismo, è un disturbo che si manifesta físicamente per spasmi nel terzo inferiore della vagina davanti qualsiasi intento di penetrazione, impidendo il rapporto.

Comunque, non siamo qui per capire i motivi di questi disturbi, che come si è detto possono essere di diversi motivi. Cerchiamo soltanto di allertare alle donne della esistenza di questi disturbi sessuali, per indurle a cercare aiuto, se si sentono identificate con ciasquno di loro.

This entry was posted in salute. Bookmark the permalink.